fbpx

b2b b2c: tutto quello che devi sapere.

b2b b2c: tutto quello che devi sapere.

by Giancarlo Spanu febbraio 15, 2019
b2b b2c

B2B VS B2C conoscere il target per scegliere la strategia

Se hai già provato a scrivere un testo per il tuo blog o per il tuo social network hai già avuto modo di sperimentare quanto sia complicato scegliere a chi parlare. B2B e B2C ti aiutano in questa operazione perchè iniziano ad individuare il tuo target di riferimento.

B2B significa Business To business. Cioè aziende che operano e vendono i propri servizi e prodotti ad altre aziende.

B2C invece significa Business to Consumer. Cioè aziende che operano e vendono i propri servizi e prodotti direttamente ai clienti finali.

Facciamo degli esempio di Business to Business VS Business to Consumer

Tralasciamo per un attimo il fatto che stiamo comunque parlando di interazioni tra persone (Ne parlo alla fine dell’articolo)

Se sei un produttore di materiale edile, se sei un rivenditore grossista, oppure se la tua azienda fa grandi trasporti di materiale puoi identificarti come azienda B2B ( Business to Business ).

I tuoi prodotti devono essere venduti ad altre aziende.

Il tuo target di riferimento sono le altre imprese e la differenza tra te e chi vende al cliente finale sta tutta in chi prenderà le decisioni di acquisto.

Solitamente in un’azienda, soprattutto se ben organizzata, c’è un ufficio acquisti, un ufficio gare, l’amministrazione, i vari soci e l’amministratore. Tutte queste persone (chi più, chi meno) prendono decisioni in merito all’acquisto.

Diventa per noi importante comunicare per intercettare i bisogni e i problemi di tutte le figure chiave per le nostre vendite.

Quindi nel nostro sito mettiamo ben chiare tutte le informazioni in merito alle modalità di trasporto e pagamento per aiutare l’ufficio amministrazione a scegliere la nostra azienda.

Inseriamo le dimensioni degli imballaggi e i tempi di consegna per aiutare l’ufficio acquisto e logistica.

Possiamo fare tantissimi altri esempi ma quello che deve diventare fondamentale per noi è capire che dobbiamo parlare con più persone che hanno scopi ben precisi in azienda.

Il cliente finale invece ( b2c – Business to consumer) ragiona in modo diverso. Le decisioni di acquisto spesso sono prese in autonomia e in completa tranquillità.

La ricerca e la scelta del prodotto/servizio da acquistare è fatta con criteri personali ed emozionali. Per quanto un responsabile dell’ufficio acquisti possa avere autonomia deve comunque fare attenzione a non disattendere gli obiettivi aziendali.

Marketing b2b b2c

Alcuni suggerimenti se sei all’inizio e vuoi capire da dove iniziare per comunicare e fare marketing per la tua azienda.

IL B2B

Ecco che una volta individuato il nostro target, iniziamo anche ad studiare come il nostro cliente farà la scelta finale.

Come ho detto prima le decisioni di acquisto in un’azienda sono influenzate da tanti fattori.Lo stesso titolare dovrà domandarsi se quel servizio che vuole acquistare andrà bene per i suoi dipendenti.

Dove possiamo iniziare a fare Social media marketing se lavoriamo prevalentemente nel b2b? Da Linkedin ad esempio.

Linkedin è un social network che pone l’attenzione sul lavoro e sul business. Quindi è popolato di persone che sono li per cercare nuovi collaboratori, clienti, fornitori e dipendenti.

Proprio per questo motivo si presta perfettamente ad essere strumento di comunicazione tra imprese che vendono e acquistano da altre imprese.

A prescindere dal social network dobbiamo stampare ben chiaro nella nostra mente che la comunicazione che dovremo fare dovrà andare ad affrontare i temi relativi alle paure e ai bisogni delle persone dentro l’azienda.

IL B2C

b2c Giancarlo Spanu

Molto spesso le aziende B2B sono anche nel b2c. E’ il caso delle imprese di movimento terra che lavora sia per aziende di costruzioni che per il cliente privato.

Oppure L’ingegnere che lavora sia per altre imprese che hanno bisogno di fare pratiche edili che per il cliente finale che ha bisogno di progettare la costruzione o la ristrutturazione della propria casa.

Ovviamente cambia il modo di comunicare per uno o per l’altro obiettivo.

Il cliente privato generalmente frequenta social network come instagram o facebook. Quando non cerca i vostri servizi probabilmente non vorrà leggere post o articoli enormi, quindi cerca di rendere interessanti i post senza dilungarti. Cerca di essere interessante al fine di avere più contatti possibili con i tuoi potenziali clienti. Ricorda: Nel settore dell’edilizia il cliente non è li per comprare. È li per passare il tempo, parlare con gli amici e per vedere qualcosa di curioso.

Guarda come puoi usare i biglietti da visita nell’edilizia

A cosa serve un blog per un sito B2b o b2c?

Sui social hai i primi contatti e ricerchi le interazioni con i tuoi potenziali clienti. Ma è nel blog molto spesso che le persone trovano le informazioni reali su quello che fate.

Non dimenticarti che stai comunicando con il tuo cliente. A lui non interessa che la tua azienda sia aperta dal 1990, che l’ha aperta tuo nonno o che da poco avete rifatto la copertura dell’area espositiva.

Raccontagli cosa succederà quando verrà a trovarti in azienda, quanto tempo ci metterai a fare il preventivo, come funzionano i lavori… Il tuo potenziale cliente è nel tuo blog per cercare un motivo per non fidarsi di te. Sfrutta questa informazione a tuo vantaggio e inserisci più informazioni possibile.

H2H un nuovo modo di vedere le cose

Come ti ho detto all’inizio di questo articolo il marketing oggi non va considerato solo b2b b2c. Il marketing è H2H (Human 2 human) si va a porre particolare attenzione al fatto che comunque in ogni caso le interazioni avvengono tra umani.

Che tu sia il cliente o il titolare della ditta dovrai necessariamente intraprendere una comunicazione con un’altra persona.

Tieni bene a mente tutto quello che ti ho detto fino ad ora sul b2b b2c, ma non dimenticarti cosa permette alle persone di iniziare una relazione d’affari tra di loro.

Usa software CRM per tenere traccia di quello che i tuoi clienti ti dicono. Dall’operazione che ha dovuto sostenere la moglie nel mese di dicembre a quel particolare problema con il collaboratore in ufficio. Poi usa queste informazioni a tuo vantaggio per far comprendere al tuo cliente che ci tieni a lui. Dagli l’imopressione reale che tra voi c’è una relazione di stima e amicizia e che può fidarsi di te.

In questo articolo ho voluto darti delle informazioni per iniziare a comprendere come devi strutturare la tua comunicazione online. Se hai qualche dubbio o se vuoi contattarmi per parlare del tuo caso specifico clicca qui.

Ascolta il mio podcast: https://itunes.apple.com/it/podcast/strategia-edile/id1441666388?mt=2

Giancarlo Spanu strategia edile

Aiuto gli imprenditori e i professionisti dell’edilizia a trovare più clienti grazie ad una strategia che unisce Web marketing, gestione aziendale e strategie di vendita.
Sono specializzato nel mondo dell’edilizia e mi occupo solo di imprese edili.

Le comunicazioni le gestisco io personalmente. Contattami.

Social Shares
Giancarlo Spanu

Aiuto gli imprenditori e i professionisti dell'edilizia a trovare più clienti grazie ad una strategia che unisce Web marketing, gestione aziendale e strategie di vendita. Sono specializzato nel mondo dell'edilizia e mi occupo solo di imprese edili. Le comunicazioni le gestisco io personalmente. Contattami.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *